DRUENTO - Il custode del lago condannato a due anni di reclusione per la morte della bella Anna

| Secondo la procura di Ivrea, l'uomo ha mantenuto una condotta omissiva: ha fatto entrare nell'ex cava una persona non tesserata e le ha consentito di fare il bagno in un lago dove vige un divieto di balneazione. La donna aveva bevuto molto

+ Miei preferiti
DRUENTO - Il custode del lago condannato a due anni di reclusione per la morte della bella Anna
Due anni e venti giorni. E' la sentenza che il giudice Alessandro Scialabba del tribunale di Ivrea ha pronunciato nei riguardi di 
Daniele Scaramuccia, 44 anni, di Druento, l'allora custode del lago di Strambino (frazione Crotte) dove morì annegata Anna Schniererova, una donna slovacca di 32 anni.
 
Per lui l'accusa era di omicidio colposo.
 
L'episodio risale al 30 agosto 2015. I due si erano conosciuti il giorno prima. Secondo la procura di Ivrea, l'uomo ha mantenuto una condotta omissiva: ha fatto entrare nell'ex cava una persona non tesserata e le ha consentito di fare il bagno in un lago dove vige un divieto di balneazione. Inoltre la 32enne, prima di gettarsi in acqua, aveva bevuto parecchio. Gli esami di laboratorio, infatti, hanno accertato una presenza di alcol nel sangue di 3.5 grammi per litro.
 
Non solo: dal momento in cui Anna Schniererova annega a quello in cui l'uomo lancia l'allarme, passano diverse ore durante le quali vengono contattati dal 44enne due amici fidati. Saranno proprio loro a convincerlo a raccontare tutto ai militari dell'Arma.
 
La sentenza è stata pronunciata stamattina dal giudice Alessandro Scialabba. Il pubblico ministero, Chiara Molinari, aveva chiesto per il 44enne di Druento una condanna a due anni e due mesi di reclusione.
Cronaca
CASELLE - Problemi per i passeggeri diretti a Trapani: volo in ritardo di tre ore
CASELLE - Problemi per i passeggeri diretti a Trapani: volo in ritardo di tre ore
«La compagnia non ha ancora fornito una spiegazione per l'accaduto», fanno sapere dallo staff di EasyRimborso che si dice pronto ad assistere i passeggeri intenzionati a richiedere il risarcimento
CAFASSE - Idioti deturpano il monumento ai caduti e il muro del cimitero - FOTO
CAFASSE - Idioti deturpano il monumento ai caduti e il muro del cimitero - FOTO
Monumento ai caduti e muro del cimitero di fronte alle lapidi sono stati vandalizzati l'altra notte da ignoti. Un gesto vile e idiota. Qualcosa di veramente inqualificabile che suona come un insulto a tutto il paese
RIVOLI - Rubata la macchinetta per pagare la sosta vicino al municipio
RIVOLI - Rubata la macchinetta per pagare la sosta vicino al municipio
Un mezzo flop come furto, visto che la sosta, ad agosto, non si paga e, di nella macchinetta c'era poco o nulla...
BORGARO - Apre la nuova area pic-nic nel parco Chico Mendes
BORGARO - Apre la nuova area pic-nic nel parco Chico Mendes
I lavori a cura del Comune di Borgaro proseguiranno nelle prossime settimane con il posizionamento di nuove panchine e dei cestini
SP1 DELLA MANDRIA - «La strada è ancora pericolosa»: dopo gli incidenti qualcosa si muove
SP1 DELLA MANDRIA - «La strada è ancora pericolosa»: dopo gli incidenti qualcosa si muove
Non bastano le rotonde costruite in diversi punti nel corso degli anni. A causa (anche) del mancato rispetto del codice della strada, purtroppo, il bilancio di quel tratto di viabilità è ancora pesante
RIVOLI - Escursionista rivolese bloccato in quota salvato dal soccorso alpino
RIVOLI - Escursionista rivolese bloccato in quota salvato dal soccorso alpino
Una donna residente a Genova e un uomo residente a Rivoli, bloccati in parete tra la Punta Udine e la Punta Roma nel Comune di Crissolo (in provincia di Cuneo), recuperati con l'elisoccorso
VENARIA - In mille per l'ultimo saluto ad Andrea e alla sua famiglia, vittime di Genova
VENARIA - In mille per l
C'erano 1000 persone nella cattedrale di Pinerolo, sabato, per l'ultimo saluto ad Andrea Vittone, il 59enne di Venaria, morto con la famiglia mentre erano in auto sul Ponte Morandi di Genova
OMICIDIO SETTIMO - Ex poliziotto di Caselle ucciso per un rimprovero al figliastro
OMICIDIO SETTIMO - Ex poliziotto di Caselle ucciso per un rimprovero al figliastro
Avrebbe reagito alle parole del patrigno che lo esortava a mettere la testa a posto. Così ha preso una pistola e ha sparato. Potrebbe essere questa l'assurda motivazione che ha spinto il 26enne Christian Clemente ad uccidere il patrigno
DRAMMA NELLA NOTTE - Ex poliziotto di Caselle ammazzato dal figliastro a colpi di pistola
DRAMMA NELLA NOTTE - Ex poliziotto di Caselle ammazzato dal figliastro a colpi di pistola
Tragedia ieri sera a Settimo Torinese dove un ragazzo di 26 anni ha ucciso a colpi di pistola il patrigno. La vittima, Domenico Gatti, 59 anni, ex poliziotto in servizio all'aeroporto di Caselle, è morto colpito da diversi proiettili
VENARIA - L'ultimo saluto della città ad Andrea Vittone, morto con la famiglia a Genova
VENARIA - L
Prima di andare a Pinerolo per il funerale, la salma di Andrea ha sostato nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo per ricevere la benedizione di don Danilo Piras. Tanta gente ha deciso di tributare la vicinanza della città intera
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore