COLLEGNO-VENARIA-FIANO - Il traffico di droga camuffato con la vendita di ricambi per moto: 7 arresti

| Nei guai anche uno chef di Fiano e un 30enne venariese. Le serre di droga erano anche in via Oscar Bellucco.

+ Miei preferiti
COLLEGNO-VENARIA-FIANO - Il traffico di droga camuffato con la vendita di ricambi per moto: 7 arresti
Sono state le associazioni dei motociclisti a dare l’input alle indagini condotte dalla Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale di Torino, che si sono concluse nella mattinata del 17 luglio 2018 con l’esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di  5 persone  (3 in carcere e due obblighi di firma), richieste al GIP, dalla Dr.ssa Eugenia GHI, P.M. della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino e l’arresto in flagranza di altre due persone perché sorprese in un capannone industriale adibito alla coltivazione e produzione di sostanza stupefacente del tipo marijuana ai fini di spaccio.

L’aumento dei furti di motocicli, infatti, soprattutto del marchio BMW modelli GS 1000 o 1200 Adventure, aveva indotto gli inquirenti ad esaminare decine di denunce di furto monitorando poi quotidianamente tutti gli annunci apparsi sui siti e-commerce (subito e ebay)  ove venivano pubblicati, in vendita, i costosissimi pezzi di ricambio di tali motocicli.

A gestire il “traffico” era G.F., trentenne residente a Venaria Reale, che sebbene fosse agli arresti domiciliari, aveva il permesso per recarsi al lavoro, presso una rivendita di moto, ubicata in Collegno dove, insieme alla figlia dei titolari del negozio, pubblicava annunci e metteva in vendita i pezzi di ricambio delle moto BMW.

G.F., oltre a vendere i pezzi di ricambio, aveva organizzato con l’amico C.A. di Fiano, chef e titolare di un rinomato ristorante di Venaria Reale (TO), e con il cognato D.G. di Torino un sodalizio criminale dedito al “traffico” di stupefacenti, coltivando marijuana e cedendo a terzi sia marijuana che hashish, nascondendo l’attività illecita mediante la creazione di ditte fittizie aventi per oggetto la produzione, oggi in espansione in Italia, di canapa sativa, sulla quale sulla quale è in atto da qualche tempo una rivalutazione dei criteri di coltivazione e di produzione. 

Durante l’attività investigativa sono stati individuati un capannone industriale a Collegno, in via Molino, ed un magazzino a Buttigliera Alta, adattati a moderne serre adibiti alla nascita, crescita, vegetazione e fioritura della marijuana:

Nel capannone industriale sono stati seuqestrati 227,55 Kg di Marijuana (corrispondenti a 2000 piante), 33,197 Kg di Hashish e 4,6 Kg di Marijuana già confezionata: qui sono stati arrestati due componenti del sodalizio, P.A. e L.C. di Carmagnola (TO).

Nel magazzino, sono stati sequestrati 10,4 Kg di Marijuana equivalenti a circa 500 piante; nella circostanza sono stati arrestati 3 componenti del sodalizio, la proprietaria del magazzino C.M. di anni 53 di Buttigliera Alta, l’esperto botanico B.S. di anni 41, di nazionalità slovacca ed il torinese D.G. di anni 42.

Le indagini hanno consentivano di raccogliere complessivamente elementi di responsabilità nei confronti di 13 persone, deferite all’A.G. alcuni per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, altri solo per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti (Marijuana).

Per 5 di loro sono scattate le misure cautelari mentre altri 2 sono stati arrestati in flagranza di reato perché sorpresi in un capannone industriale sito a Venaria Reale (TO), via Bellucco 44, presso il complesso “Artico”, ove, in quattro distinti locali erano state abusivamente allestite delle serre contenenti  circa 3300 piante di marijuana in differenti stadi di crescita e maturazione. Da questo capannone nel febbraio di quest’anno gli indagati si erano disfatti di circa 300 piante di marijuana, ancora invasate, gettandole in una discarica abusiva nei pressi di Brandizzo (TO).

Il capannone in questione veniva sottoposto a sequestro unitamente a tutta la moderna attrezzatura utilizzata per la coltivazione e la crescita delle piante. 

Per le due persone destinatarie della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. si è proceduto anche all’arresto in flagranza in quanto nelle rispettive abitazioni, durante le perquisizioni, venivano rinvenuti ingenti quantitativi di sostanza stupefacente del tipo hashish. 



Cronaca
CASELLE - Problemi per i passeggeri diretti a Trapani: volo in ritardo di tre ore
CASELLE - Problemi per i passeggeri diretti a Trapani: volo in ritardo di tre ore
«La compagnia non ha ancora fornito una spiegazione per l'accaduto», fanno sapere dallo staff di EasyRimborso che si dice pronto ad assistere i passeggeri intenzionati a richiedere il risarcimento
CAFASSE - Idioti deturpano il monumento ai caduti e il muro del cimitero - FOTO
CAFASSE - Idioti deturpano il monumento ai caduti e il muro del cimitero - FOTO
Monumento ai caduti e muro del cimitero di fronte alle lapidi sono stati vandalizzati l'altra notte da ignoti. Un gesto vile e idiota. Qualcosa di veramente inqualificabile che suona come un insulto a tutto il paese
RIVOLI - Rubata la macchinetta per pagare la sosta vicino al municipio
RIVOLI - Rubata la macchinetta per pagare la sosta vicino al municipio
Un mezzo flop come furto, visto che la sosta, ad agosto, non si paga e, di nella macchinetta c'era poco o nulla...
BORGARO - Apre la nuova area pic-nic nel parco Chico Mendes
BORGARO - Apre la nuova area pic-nic nel parco Chico Mendes
I lavori a cura del Comune di Borgaro proseguiranno nelle prossime settimane con il posizionamento di nuove panchine e dei cestini
SP1 DELLA MANDRIA - «La strada è ancora pericolosa»: dopo gli incidenti qualcosa si muove
SP1 DELLA MANDRIA - «La strada è ancora pericolosa»: dopo gli incidenti qualcosa si muove
Non bastano le rotonde costruite in diversi punti nel corso degli anni. A causa (anche) del mancato rispetto del codice della strada, purtroppo, il bilancio di quel tratto di viabilità è ancora pesante
RIVOLI - Escursionista rivolese bloccato in quota salvato dal soccorso alpino
RIVOLI - Escursionista rivolese bloccato in quota salvato dal soccorso alpino
Una donna residente a Genova e un uomo residente a Rivoli, bloccati in parete tra la Punta Udine e la Punta Roma nel Comune di Crissolo (in provincia di Cuneo), recuperati con l'elisoccorso
VENARIA - In mille per l'ultimo saluto ad Andrea e alla sua famiglia, vittime di Genova
VENARIA - In mille per l
C'erano 1000 persone nella cattedrale di Pinerolo, sabato, per l'ultimo saluto ad Andrea Vittone, il 59enne di Venaria, morto con la famiglia mentre erano in auto sul Ponte Morandi di Genova
OMICIDIO SETTIMO - Ex poliziotto di Caselle ucciso per un rimprovero al figliastro
OMICIDIO SETTIMO - Ex poliziotto di Caselle ucciso per un rimprovero al figliastro
Avrebbe reagito alle parole del patrigno che lo esortava a mettere la testa a posto. Così ha preso una pistola e ha sparato. Potrebbe essere questa l'assurda motivazione che ha spinto il 26enne Christian Clemente ad uccidere il patrigno
DRAMMA NELLA NOTTE - Ex poliziotto di Caselle ammazzato dal figliastro a colpi di pistola
DRAMMA NELLA NOTTE - Ex poliziotto di Caselle ammazzato dal figliastro a colpi di pistola
Tragedia ieri sera a Settimo Torinese dove un ragazzo di 26 anni ha ucciso a colpi di pistola il patrigno. La vittima, Domenico Gatti, 59 anni, ex poliziotto in servizio all'aeroporto di Caselle, è morto colpito da diversi proiettili
VENARIA - L'ultimo saluto della città ad Andrea Vittone, morto con la famiglia a Genova
VENARIA - L
Prima di andare a Pinerolo per il funerale, la salma di Andrea ha sostato nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo per ricevere la benedizione di don Danilo Piras. Tanta gente ha deciso di tributare la vicinanza della città intera
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore